Report Comunicazione e lavoro 2020

Report Questionari 2020

La qualità del lavoro in campo sociosanitario, soprattutto nel campo del lavoro sociale all’interno delle R.S.A., è un obiettivo irrinunciabile e un’opportunità di azione rilevante non solo per gli utenti dei servizi, i quali spesso appartengono a fasce deboli della popolazione, ma anche per gli operatori e i professionisti coinvolti nei percorsi di cura.

Il rispetto della dignità delle persone all’interno di contesti di cura è un diritto ma anche un criterio guida che le unità d’offerta sono chiamate a contemplare nella propria missione e a declinare nell’operato quotidiano. Questo punto di partenza, unito alla qualità dell’esperienza lavorativa all’interno della struttura, è richiamato dai giudizi dei familiari e dei dipendenti interpellati in questa occasione con i questionari annuali.

L’analisi dei dati raccolti ed i suggerimenti che i questionari hanno evidenziato, spingono sia a maturare una visione d’insieme capace di far emergere ricchezza e complessità dei servizi, che alla ricerca delle tracce dei possibili cambiamenti dal punto di vista dei bisogni degli utenti. La sinergia impiegata per poter giungere da un lato ad uno standard ottimale di assistenza alla persona e dall’altro alla garanzia della miglior comunicazione possibile coi parenti/amici all’esterno della struttura ha portato, nel nostro periodo storico reso così difficile dalla Pandemia COVID-19, ad una rivoluzione per quanto riguarda i servizi offerti agli ospiti.

Dovendo garantire la sicurezza e la salute degli ospiti in primis, la fondazione ha deciso di garantire la comunicazione con gli esterni inventandosi alcuni servizi che hanno poi portato al garantire gli incontri tra ospiti ed esterni, anche grazie all’implementazione di nuovi dispositivi tecnologici finalizzati alle attività. Per valutarne l’efficacia, si è dunque proceduto con la somministrazione, ai familiari degli ospiti, di un questionario relativo alla qualità della comunicazione, il quale ha dato risultati molto positivi.

Per quanto riguarda l’indagine sulla soddisfazione dei dipendenti, i dati si concentrano di più sull’esperienza lavorativa dell’anno 2020. Le risposte date portano alcuni spunti di riflessione molto importanti per capire come il “lavoro sociale professionale” viene agito all’interno della struttura. L’obbiettivo non è capire come e quanto bene lavorano i dipendenti, bensì capire come loro vivono l’esperienza lavorativa all’interno della struttura. Vivere bene l’esperienza lavorativa di relazione con gli ospiti porta allo sviluppo del “Capitale Sociale”, che viene reinvestito nella relazione con gli ospiti e coi loro familiari, rendendo migliore la qualità del lavoro e delle relazioni professionali.

La pubblicazione dei risultati conclude quindi la raccolta d’informazioni in un anno deleterio per tutte le strutture simili alla nostra, ma che ha dimostrato nuove prospettive di miglioramento relative all’offerta dei servizi della Fondazione, fornendo tra l’altro prova delle possibilità di virtuose collaborazione tra operatori che lavorano all’interno della struttura e parenti/amici degli ospiti, quali basi per lo sviluppo di un rapporto che ha portato, nonostante la situazione pandemica, al mantenimento della qualità di vita degli ospiti della nostra struttura.

I risultati della nostra indagine sono visionabili nella sezione "DOCUMENTI" di questo sito.

 



Casa di Riposo Vallecamonica, Casa di Riposo Bergamo, Casa di Riposo provincia di Bergamo, Casa di Riposo Brescia